LE LEGGENDE DEI CASTELLI DELLA VAL CENO – LE LEGGENDE DEL CASTELLO DI ROCCALANZONA

LEGGENDA TRATTA DA: CONTI G. – LEGGENDE DELLA VAL CENO – CENTRO STUDI VAL CENO – 2015

ROCCALANZONA

Il castello di Roccalanzona, domina la Val Dordone, la Val Ceno e la Val Taro e vantava un tale complicato intrigo di gallerie sotterranee che gli assediati riuscivano sempre a ottenere rifornimenti o a squagliarsela.

Pare fossero ampi passaggi, con rivestimenti in blocchi di pietra e illuminati da torce fisse, con scalini per eliminare i dislivelli tra un castello e l’altro. Nei sotterranei del castello la leggenda riferisce che fosse stato sistemato un vitello d’oro, venerato come una deità; distrutto il castello, il prezioso simulacro sarebbe rimasto sotterrato e mai piu’ ritrovato.

Un’altra leggenda orale vuole che a Roccalanzona i nobili organizzassero spesso fastose serate danzanti, alle quali venivano invitate anche graziose contadine della zona; dopo aver mangiato, bevuto e danzato, i signori sceglievano la ragazza con cui avrebbero voluto trascorrere la notte: chi delle poverette osava rifiutare, veniva gettata nel “pozzo del taglio”, un cilindro profondo una quarantina di metri con infisse sul fondo e sulle pareti delle spade taglienti. La vittima naturalmente arrivava sul fondo a brandelli.

Attualmente, tra le mura diroccate, si nota un leggero avvallamento circolare di un metro e mezzo di diametro che poterebbe essere l’imboccatura di quel terribile pozzo.

Bibliografia: Tiziano Marcheselli – Fantasmi e Leggende dei Castelli Parmensi – PR – Nicoli -1982

6 risposte a “LE LEGGENDE DEI CASTELLI DELLA VAL CENO – LE LEGGENDE DEL CASTELLO DI ROCCALANZONA”

  1. Veramente marcheselli si permesso di copiare quello che io avevo già pubblicato sulla Gazzetta di Parma ben 20 anni prima ma è sempre facile appropriarsi delle fatiche degli altri. Questa mia precisazione per difendere i miei diritti d’autore.

      1. Io per la Gazzetta di Parma dal 1976 al 2011 ho scritto ben 26mila articoli per cui appena ho un attimo di tempo cerco gli originali li scannerizzo e gliele invio. Grazie e buon lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *