VALCENOGASTRONOMIA. DALL’ APPENNINO AL PO. DALLA VALCENO ALLA CITTA’. La cucina italiana in cammino sulle antiche strade italiane e, tra queste, la Via Francigena e la Via degli Abati con le ricette di Bobbio, Bardi, Borgo Val di Taro e Pontremoli

Attraversare l’Italia a piedi sulle antiche strade è affascinante sotto molti punti di vista, e chi cammina lo sa; è la maniera più sana di tornare in contatto con se stessi, con la propria parte più intima e profonda, ma è anche il miglior modo di scoprire questo nostro Bel Paese, le sue città d’arte, i suoi borghi incantati, i suoi paesaggi unici. Ma il piacere della viandanza non si limita solo a questo: chi decide di intraprendere
un Cammino italiano avrà anche la possibilità di immergersi nei fantastici sapori delle cucine regionali, in un universo straordinario di varietà enogastronomiche. Questo Ricettario pellegrino nasce proprio dalle esperienze personali dell’autore, camminatore di lungo corso, e dalla collaborazione con alcuni referenti delle più importanti Vie italiane. Ne esce un compendio della nostra cucina popolare, quella povera e vera, quella che affonda le sue radici nella tradizione contadina, e insieme uno strumento per invogliare tutti, attraverso il gusto, a riscoprire la più antica delle nostre attività: il camminare.

Andrea Vismara
È nato a Roma l’11 ottobre 1965 e per molti anni ha lavorato nei più noti rock club romani con lo pseudonimo di Dj Demian. Musicista e compositore, ha suonato in vari gruppi dell’underground capitolino. Per cinque anni ha lavorato nel Dipartimento Feste ed Eventi del Partito Democratico, per il quale ha svolto anche l’attività di fotografo. Nel 2014 ha pubblicato il suo primo romanzo Iddu per Edizioni Spartaco, poi, per Edizioni dei Cammini, La mia Francigena (2016) e I giorni di Postumia (2017).

http://www.edizionideicammini.it/prodotto/andrea-vismara-ricettario-pellegrino-la-cucina-italiana-cammino/

Valcenostoria si complimenta con Elio Piccoli, nuovo Presidente della Associazione Via degli Abati.

Il nostro sito, da sempre, con vari articoli, sostiene le iniziative dell’Associazione Via degli Abati pubblicando, periodicamente, articoli e video su questo storico percorso. Riportiamo il comunicato del bravo Presidente uscente, Luciano Allegri e quello del neo-presidente Elio Piccoli.
Dopo dodici anni alla Guida della Associazione, ho chiesto di essere sostituito. E così hanno chiesto gli amici Vittorio, Grazia, Emilio, Pier Giorgio, Elio, Marino, Caterina, che ringrazio con la consapevolezza che, senza la loro quotidiana e volontaria attività, la Via non avrebbe raggiunto il traguardo importante di essere diffusamente conosciuta e percorsa. E la soddisfazione grande è di avere trovato un nuovo gruppo che potrà ulteriormente promuovere e valorizzare la Via degli Abati. Così Piccoli Elio, nuovo presidente, Terroni Roberto, vice presidente, Foglia Fabrizio, segretario, Scagnelli Maddalena, Colombini Adriano, Raggio Patrizia, Bordin Elisa, Noroni Giuseppe, avranno il testimone per proseguire con capacità, intelligenza, volontà e nuovo entusiamo. Continueremo comunque a collaborare, affiancando i nuovi, perchè la Via diventi un’ulteriore possibilità di sviluppo per i territori attraversati. Buon cammino. Luciano Allegri

Un grande grazie a Luciano Allegri nell’avere perseguito con passione e costanza sempre più obiettivi sulla Via Degli Abati. A lui e allo staff direttivo, Vittorio, Emilio, PierGiorgio, Grazia, Patrizia, Marino, Caterina, un grande grazie per l’aiuto che, anche in occasione di The Abbots Way, hanno sempre dato. Ne raccolgo il testimone come presidente e come semplice appassionato dopo 14 anni passati a tracciare, correre, pedalare, camminare sulla Via degli Abati, esperienza iniziata nel 2006 e perseguita assieme a Giovanni Magistretti che mi ha insegnato a guardare sempre avanti e cercare di lavorare sempre con passione. Un caloroso pensiero anche alla figlia Anna che mi sostiene sempre in ogni occasione.Una spinta forte che mi vedrà ancora più impegnato e determinato a conseguire risultati sempre più importanti. In compagnia di Roberto, Fabrizio, Luciano, Giuseppe, Adriano, Maddalena Scagnelli, Patrizia e non ultima mia moglie Elisa che mi è sempre accanto e questa volta ancora di più. E adesso camminiamo !!!