CORREVA L’ANNO 1878. UNA VISITA A BARDI. “PRIME ARMI 20 DICEMBRE”. 2^ Parte

Una visita a Bardi (tra il serio ed il faceto), di un giovane giornalista chiamato “Riccio”, l’arrivo in via Maestra (oggi via P. Cella) accompagnato dall’autista Giuseppe Brizzolare, la scoperta del  “Vescovo” (san Pitocco), la visita al castello, il “salto del cane”, la torre e l’incantevole panorama. La sera trascorsa nell’accogliente “casino di lettura” e l’incontro con “il letterato”. 2^ Parte

CORREVA L’ANNO 1878. UNA VISITA A BARDI. “PRIME ARMI 20 DICEMBRE”. 1^ Parte

Una visita a Bardi (tra il serio ed il faceto), di un giovane giornalista chiamato “Riccio”, l’arrivo in via Maestra (oggi via P. Cella) accompagnato dall’autista Giuseppe Brizzolare, la scoperta del  “Vescovo” (san Pitocco), la visita al castello, il “salto del cane”, la torre e l’incantevole panorama. La sera trascorsa nell’accogliente “casino di lettura” e l’incontro con “il letterato”.

Anno 1935. A Bardi si costituisce il Gruppo Alpino dedicato a “Pietro Cella”. Corriere Emiliano/GdP. 2 Aprile

BARDI. LA MEDAGLIA D’ORO ALPINA CAPITANO CELLA.

BARDI. 1 APRILE. Domenica scorsa il comando degli Alpini del Battaglione Parma si è recato qui per accordarsi col nostro Podestà cav. Mazzadi circa la solenne cerimonia che si terrà il 19 maggio per la costituzione del Gruppo Alpino di Bardi che verrà intitolata all’eroica memoria del nostro grande concittadino, il Capitano degli alpini Pietro Cella, prima medaglia d’oro degli Alpini d’Italia. Alla suggestiva cerimonia è assicurato l’intervento dei gruppi alpini di Parma, Varano Melegari, Fornovo Taro, Berceto, Salsomaggiore, Pellegrino, Fidenza, Basilicanova, Langhirano ecc. In complesso affluiranno a Bardi circa mille alpini della Provincia di Parma, insieme alle rappresentanze delle sezioni di Piacenza, Reggio E., Modena, Cremona, Bologna.