Cerca

Resistenza in montagna – Bardi (Val Ceno) (PR).

Bardi, piccola “capitale partigiana”, fu il fulcro della lotta di liberazione dell’alta Val Ceno. Dopo l’armistizio divenne rifugio per sbandati, antifascisti e prigionieri di guerra Alleati fuggiti dai campi piacentini parmensi, ma anche centro di smistamento per renitenti e aspiranti partigiani. Il bardigiano fu sede dei primi nuclei resistenti e del primo scontro armato del parmense. Il giorno di Natale 1943, nella frazione di Osacca, un nucleo armato antifascista respinse l’attacco di un folto gruppo di militi fascisti e lo costrinse a ritirarsi.

PER APPROFONDIRE:

http://resistenzamappe.it/regione/montagna/bardi_val_ceno

Lascia un commento

Il Vostro indirizzo email non verrà reso pubblico

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*