Cerca

IL CASTELLO DI ROCCALANZONA (MEDESANO)

IL CASTELLO DI ROCCALANZONA (MEDESANO)

By Giuseppe Beppe Conti FB

Si hanno notizie del castello di Roccalanzona  da un documento riportato dal Campi.  Il 4 luglio 1028 la nobile Ildegarda, di origini longobarde, vende al rettore della chiesa piacentina di Pederna diverse terre e castelli tra cui Roccalanzona. Notizie certe si hanno del suo passaggio a Pier Maria Rossi che lo ribattezzò “Rocha Leone”. Questo castello sostenne, senza cedimenti, gli assedi di Lodovico il Moro e dei suoi alleati Pallavicino. Nel 1464 passa a Bertrando Rossi, in seguito a Troilo Rossi e, nel XVII secolo a Scipione che cede il patrimonio alla Camera ducale farnesiana. Già nella seconda metà del ‘600 Roccalanzona era in rovina. Il Molossi nel suo “Dizionario Topografio degli Stati Parmensi”, sec. XIX, scriveva che il castello era “ormai ruinato”, ed oggi rimangono ben pochi resti. “Rocha Leone” appare nell’affresco quattrocentesco di Benedetto Bembo nel castello di Torrechiara.

By Giuseppe Beppe Conti FB

Foto di Flavio Nespi

One Reply to “IL CASTELLO DI ROCCALANZONA (MEDESANO)”

  1. Roberto says: 3 Gennaio 2023 alle ore 21:32

    Per saperne di più sul castello di Roccalanzona e della famiglia dei Rossi consiglio:
    Silvia Cerocchi – Roccalanzona. Castello, chiesa e l’epigrafe del Primo Giubileo – Medesano 2009
    Silvia Cerocchi “I castelli dei Rossi nel Parmense – Parma 2013.
    I volumi sono disponibili del primo 1 sola copia (ESAURITO), del secondo poche presso l’autrice.

Lascia un commento

Il Vostro indirizzo email non verrà reso pubblico

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*