Gennaio 2020. Piacenza ha ricordato il pittore di origini bardigiane Giacomo Bertucci. By Il nuovo Giornale online

 «Un insegnante meraviglioso». Questa l’espressione ricorrente nelle testimonianze ascoltate a Palazzo Galli (Sala Panini) durante la tavola rotonda – coordinata dalla prof. Valeria Poli – con gli ex allievi di Giacomo Bertucci, organizzata dalla Banca di Piacenza dell’ambito delle manifestazioni collaterali alla mostra dedicata al pittore piacentino e allestita nello stesso Palazzo Galli: APPROFONDISCI L’ARTICOLO:

http://www.ilnuovogiornale.it/archivio-articoli/notizie-varie/4952-il-pittore-bertucci-un-insegnate-che-univa-determinazine-e-dolcezza.html

BERTUCCI GIACOMO
Bardi 16 agosto 1903-Milano 11 agosto 1982
Lasciò gli studi universitari a Bologna per dedicarsi alla pittura. Studiò a Piacenza nell’Istituto Gazzola, allievo di Francesco Ghittoni, e a Milano, nell’Accademia di Brera, allievo di Aldo Carpi. Visse e lavorò a Piacenza e a Parma. Nel 1940, nominato insegnante di figura al Liceo Artistico di Brera, passò definitivamente a Milano, da allora partecipando a importanti mostre locali e nazionali e ottenendo riconoscimenti e premi. Ebbe al suo attivo una trentina di personali, di cui sei a Milano (l’ultima, nel 1967, alla Galleria Sagittario). Fu membro dell’Accademia Clementina e dell’Accademia Parmense di Belle Arti. Fu dirigente sindacale e membro della Commissione per il Cimitero Monumentale presso il Comune di Milano. Fu poi chiamato nel 1975 alla cattedra di figura presso l’Istituto Gazzola di Piacenza. Il Bertucci ha opere in raccolte pubbliche e private. Incise anche all’acquaforte. Ebbe studio a Milano e a Castell’Arquato. Fu sepolto nella tomba di famiglia al cimitero di Bardi.
FONTI E BIBL.: A. Carpi, Catalogo personale, Palazzo Inam, Piacenza, gennaio 1938; G. Marchini, in La Scure 6 febbraio 1938; F. Cogni, 9 marzo 1943; L. Borgese, in Corriere della Sera 10 aprile 1949 e 11 dicembre 1952; V. Nebbia, in Illustrazione Italiana gennaio 1945; O. Vergani, 13 gennaio 1952; G. Marussig, Catalogo personale, Bottega delle Arti, Brescia, aprile 1955; L. Servolini, Dizionario illustrato incisori italiani moderni e contemporanei, Milano, 1955; Catalogo personale al Centro artistico San Babila, Milano, febbraio 1956; Rassegna di disegni e di pittura di artisti di oggi: Bertucci, a cura del laboratorio Sieroterapico Milanese, Milano, 1956; P. Bianchi, Tradizione italiana ed eleganza francese nell’arte di Giacomo Bertucci, Milano, 1960; Grazia 22 maggio 1966; Pittura e scultura degli anni Sessanta, Milano, 1967; A.M. Comanducci, Dizionario dei pittori, 1970, 288-289; Gazzetta di Parma 19 agosto 1982, 12.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *