VALCENESI DIMENTICATI O…………QUASI. N. 5. BY DIZIONARIO BIOGRAFICO DEI PARMIGIANI di ROBERTO LASAGNI.

CANEVALI PIER FRANCESCO-Pellegrino 13 aprile 1791
Dottore e notaio, fu commissario di Pellegrino dal 1771 al 1791. Vennero da lui date alcune provvidenze nel 1771 per il mercato di Pellegrino e in data 28 Novembre 1772 pubblicò un bando per il taglio dei boschi a Pozzolo secondo le precisazioni date dalla Commissione dei Comuni dello Stato di Piacenza.
FONTI E BIBL.: A. Micheli, Giusdicenti, 1925, 15.

CAPPA ANTONIO
Pellegrino Parmense-Macabez 24 maggio 1912
Fu soldato nell’11° Bersaglieri. Disciplinato e coraggioso nel combattimento, si ritirò per ultimo da un appostamento, rimanendo mortalmente ferito. Fu decorato con la medaglia di bronzo al valor militare.
FONTI E BIBL.: R. Vecchi, Patria!, 1913, 4.

CAPRA ROBERTO
Pellegrino Parmense 1928-Parma 9 agosto 1948
Giovane di nobili sentimenti e di solidi interessi letterari, trasferitosi a Parma ancora ragazzo, cominciò giovanissimo a scrivere versi che richiamarono su di lui l’attenzione di autorevoli maestri, primo tra tutti Attilio Bertolucci che lo ebbe molto caro. Un tragico incidente durante un’ascensione in montagna pose fine immatura al suo sicuro talento. A cura degli amici, uscì postumo un esile ma prezioso volumetto che raccoglie le sue poesie.
FONTI E BIBL.: B. Molossi, Dizionario biografico, 1957, 40.

CAPRANERA GUIDO
Varano de’ Melegari-Cima Longara 12 novembre 1917
Alpino del 6° Alpini, fu decorato di medaglia d’argento al valore militare, con la seguente motivazione: Offertosi volontariamente di uscire di pattuglia per fugare alcuni nuclei nemici che si erano infiltrati nella linea, dopo una impari lotta con l’avversario superiore di forze, cadeva eroicamente sul campo.
FONTI E BIBL.: Bollettino Ufficiale 1919, Dispensa 43ª, 2973; Decorati al valore, 1964, 128.

CARAMELLA GIOVANNI
Bardi 20 aprile 1910-Uork Amba 27 febbraio 1936
Figlio di Giuseppe, fu camicia nera nella 180ª Legione Camicie Nere. Fu decorato di medaglia di bronzo al valore militare, con la seguente motivazione: Offertosi come porta ordini si distingueva in combattimento per coraggio e sprezzo del pericolo. Assolto il compito riprendeva il suo posto di combattimento, finché cadeva gravemente ferito (Quasquazzé, 27 febbraio 1936).
FONTI E BIBL.: G. Corradi-G. Sitti, Glorie Parmensi nella Conquista dell’Impero, Parma, Fresching, 1937; Decorati al valore, 1964, 16.

CASSANI PIETRO
Bardi 1848-1926
A diciotto anni si arruolò nei Cacciatori delle Alpi partecipando alla campagna risorgimentale del 1866. Modesto artigiano, fisicamente prestante, il Cassani nelle schiere garibalidine diede prove di eroismo e si guadagnò onorificenze. Espresse il desiderio di essere sepolto vestito dall’amata camicia rossa che indossò in ogni manifestazione patriottica con particolare orgoglio.
FONTI E BIBL.: Gazzetta di Parma 9 giugno 1960, 3.

CONTINUA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *