UNA POESIA DELLA BARDIGIANA VALENTINA SELENE MEDICI PER RICORDARE LA NAVE ARANDORA STAR.

Ciao Beppe e grazie per l’invito. Purtroppo non potrò essere presente al Pisa Book Festival , ma ci sarò col cuore. E’ una tragedia troppo grande, per essere dimenticata. Un abbraccio. Valentina

ARANDORA STAR

Galles. Solo quel nome, lei aveva nel cuore.

Che lui, in una miniera, aveva riposto speranze

per raggiungere, un futuro migliore.

Una lettera ogni tanto giungeva.

La vita è dura e fredda, nel buio della terra

ma se ti penso, ritrovo la forza

e risparmio tutto per poter ritornare

a vivere presto, nella nostra casa.

Anche lei s’arrabatta, giorno per giorno

per quello che sarà, il loro nido d’amore.

Poi un giorno, uomini in divisa, si trova di fronte.

Parlano parlano e lei non comprende.

Che c’entra la guerra? Che centra il mare, che c’entra la nave?

in una miniera lui lavorava. Le forze mancano

la fanno sedere. Lasciano che pianga il suo dolore.

Non un aiuto, un ricordo, non una tomba

per portare un fiore, per poter dire, è mio marito.

Ora come pietre, due parole, pesano nel suo cuore

GALLES E ARANDORA STAR

Valentina Selene Medici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *